Bresso, furti e danni in edifici pubblici: rubati anche i computer per gli studenti disabili

Un fine settimana nero per gli edifici pubblici di Bresso. Lo scorso weekend alcuni ingoti, forzando le finestre, si sono introdotti all’interno delle strutture comunali, portando via diverso materiale.

Il Comune sta tentando di quantificare il danno economico, ma quel che è certo è che dalle strutture pubbliche sono stati rubati i portatili in uso ai ragazzi portatori di disabilità. Oltre a questo, i malviventi hanno rubato le monete contenute nei distributori di bevande e alcune attrezzature tecnologiche rinvenute negli armadi.

«Ferma la condanna per quanto avvenuto, un atto vergognoso e triste – hanno coemmentato dal Comune -. In particolare, privare le scuole di materiali e strumenti che qualificano l’attività scolastica, ancor di più per gli strumenti “speciali” indispensabili supporti alla didattica per i nostri ragazzi più fragili, è qualcosa di estremamente ignobile. Rubare è sempre un reato, rubare i portatili dei ragazzi disabili è un atto ignobile e vergognoso, chi lo ha fatto non può essere considerato un uomo».

Dal Municipio di via Roma hanno fatto sapere che le indagini sono in corso e le autorità preposte alla Pubblica sicurezza sono al lavoro per individuare al più presto i responsabili di queste azioni illegali. Inoltre, l’Amministrazione si è attivata per dotare tutti gli edifici di un impianto d’allarme adeguato a tutelarli da intrusioni o furti. Gli impianti saranno acquistati, installati e dotati di una sirena di allarme esterna con segnale visivo e sonoro. Saranno infine rimosse, da tutti gli edifici pubblici, le macchine erogatrici di bevande e snack che contengono denaro.