Coronavirus, vietato l’accesso al Parco Nord fino a metà aprile

Gazzettino_web_30_3_20

A seguito dell’ordinanza in vigore da ieri, emanata dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, non è consentito l’accesso al Parco Nord fino al 15 aprile.

«Non è  quindi possibile svolgere alcuna attività, compreso le passeggiate, correre, andare agli orti, svolgere attività di alcun genere, utilizzare le aree cani o attraversare il parco per spostamenti lavorativi. Forze dell’ordine e Polizie locali sono presenti sul territorio, anche per verificare la veridicità delle autocertificazioni eventualmente rilasciate», scrive l’Ente Parco Nord sul proprio sito.

Già la scorsa settimana, l’Ente aveva invitato i cittadini dei Comuni adiacenti il Parco a «non frequentarlo», per evitare di creare assembramenti.

«Mi rendo conto che é uno sforzo incredibile per tutti noi che amiamo il Parco, gli alberi, il verde, lo stare insieme – scrive il presidente dell’Ente Parco, marzio Marzorati – . Ma tutto ciò é indispensabile per tutelare la salute nostra e degli altri, é anche per rispettare le persone morte sole e senza nemmeno il conforto dei loro cari. Ne usciremo sicuramente, ce la faremo certamente e il Parco ci aspetta con la sua bellezza costruita in anni di pazienza e dedizione. Grazie a tutti per il rispetto delle regole. Dobbiamo volerci bene e voler bene alla natura attorno a noi, soprattutto in questi primi giorni di primavera».