Cinisello, variazione di bilancio in consiglio: l’opposizione solleva dubbi

In consiglio comunale a Cinisello Balsamo è stata discussa l’ultima variazione al bilancio del 2019. «Una variazione che , anche senza presentare grandi temi strategici, all’interno dei vari capitoli nasconde alcune scelte e non-scelte che hanno portato i gruppi consiliari di Partito Democratico e Cinisello Balsamo Civica ad esprimere un voto contrario» hanno dichiarato dai due gruppi dell’opposizione.

«Il tema su cui si è concentrata gran parte della discussione – proseguono – è stato quello dei forni crematori. Sul fronte delle entrate, infatti, si registra una variazione di quasi 800,000 euro dovuto proprio a una riduzione degli incassi dei forni. Una situazione rispetto alla quale negli scorsi giorni si sono svolte una serie di dichiarazioni di membri delle giunta in contraddizione l’una con l’altra».

Per approfondire la vicenda riguardante le dichiarazioni menzionate da Pd e Cinisello Balsamo Civica si può leggere questo articolo: cliccare qui.

«Durante la seduta di ieri – continuano dai due gruppi -, a richiesta di chiarimento dei consiglieri comunali di minoranza, l’assessore De Cicco ha affermato che i forni sono stati spenti per qualche mese a inizio anno, senza però dare date precise. Una dichiarazione che stona con il fatto che durante il 2019 nessuna notizia sulla chiusura di un servizio pubblico di questo tipo sia mai stata rilasciata; senza contare che, durante la discussione di un’altra variazione di bilancio avvenuta a luglio, nulla era stato ancora detto su questo tema. Il mistero si infittisce, su un tema rilevante come questo la giunta Ghilardi continua a contraddire sé stessa. Sembra forse più probabile che la previsione iniziale di entrata non fosse in linea con la capacità dei forni e con i dati degli scorsi anni».

L’attenzione di una parte dell’opposizione si è poi spostata anche sulla questione riguardante il Tavolo 0-6 anni. Ve ne avevamo parlato in un articolo di qualche settimana fa, con un’intervista all’assessore Maria Gabriella Fumagalli.

Cinisello, il Tavolo del botta e risposta: il Pd interroga, l’assessore Fumagalli replica

«Nessun fondo aggiuntivo è stato stanziato per le azioni del Tavolo 0-6 anni legati ad asili e scuole materne – dichiarano dal Pd e da Cinisello Balsamo Civica -, nonostante in una risposta ad una interrogazione comunale dell’8 ottobre la Giunta dichiarava che le risorse sarebbero state reperite entro la fine dell’anno. Le risorse per la redazione del nuovo Piano di Governo del Territorio, annunciato in pompa magna circa un anno fa dall’assessore all’urbanistica, vengono tagliate e le attività rimandate al 2020. Si vede che la proroga del vecchio Pgt, documento tanto contestato nella passata consiliatura dall’allora minoranza, oggi rende meno pressante l’esigenza di dare un nuovo strumento all’urbanistica cittadina».

Infine, l’opposizione punta anche il dito su 30mila euro del capitolo rifiuti finalizzati, come sottolineato dai due gruppi, a ‘partecipazioni finanziarie’, somma che si è rivelata legata al progetto di entrare nel CO.RE di Sesto San Giovanni: «Una decisione importante di cui ancora oggi non è stato possibile approfondire le ragioni, tenendo conto che l’inceneritoresestese chiuderà massimo tra uno/due anni. Avere inserito le risorse nel bilancio del 2019 presuppone però che tale scelta venga portata in consiglio almeno entro la fine dell’anno. Temi diversi tra di loro sui quali è emersa una preoccupante assenza di risposte e di visione generale», hanno concluso.