Cinisello, individuati gli immobili dismessi che causano criticità

La giunta di Cinisello Balsamo ha approvato l’elenco degli immobili dismessi che causano particolari criticità, di tipo sociale, ambientale o strutturale.

Per questi immobili individuati dall’analisi dell’ufficio tecnico, se entro 30 giorni dal ricevimento delle singole comunicazioni non verrà depositata formale opposizione, verranno applicate le norme speciali previste dalla normativa regionale, che consente la rigenerazione con alcuni vantaggi, volumetrici ed economici, qualora i proprietari decidano di riqualificarli.

«Dall’elenco iniziale di 79 immobili considerati dismessi – spiegano dal Comune di Cinisello Balsamo -, sono stati esclusi tutti gli immobili già inseriti in Ambiti di Trasformazione previsti dal Pgt, sui quali si presume esista già un progetto di riqualificazione delle intere aree, oltre ad escludere quelli sui quali è già in via di definizione un procedimento urbanistico, arrivando all’individuazione di un totale di 21 immobili considerati dismessi con criticità. Se un privato volesse far inserire il proprio immobile nell’elenco approvato, lo può fare attraverso una certificazione asseverata da un proprio tecnico, prima dell’approvazione definitiva che avverrà dopo l’estate in consiglio comunale».

«L’ottimo lavoro di ricognizione degli immobili dismessi con criticità, dopo quello eseguito per l’individuazione delle coperture in cemento-amianto, va nella direzione di promuovere la rigenerazione urbana di molti immobili presenti a Cinisello Balsamo in condizioni precarie, adottando tutti i benefici introdotti dalla nuova Legge Regionale. Le decine di immobili individuati dimostra che a Cinisello Balsamo è innanzitutto importante privilegiare la rigenerazione urbana rispetto a nuove costruzioni», ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica Enrico Zonca.

Il sindaco Giacomo Ghilardi ha aggiunto: «Questo importante atto è un ulteriore passo avanti verso una riqualificazione generalizzata del patrimonio immobiliare di Cinisello Balsamo, con la speranza che gli operatori riescano a cogliere i benefici previsti dalla nuova legge regionale, con l’obiettivo di modernizzare Cinisello Balsamo anche dal punto di vista edilizio».