Geas Basket bello e vicente: San Martino battuto 76-51

Vittoria bella e convincente per l’Allianz Geas Basket di Sesto San Giovanni nella terza giornata del campionato di Serie A1 di basket femminile.

Dopo il successo nel turno infrasettimanale sul campo di Lucca, le rossonere trovano la prima gioia stagionale al PalaNat di Sesto San Giovanni, dopo la sconfitta all’esordio contro Venezia. L’impatto dell’Allianz Geas Basket sul match è devastate: le ragazze di coach Ciniza Zanotti sbagliano veramente poco in attacco e concedono ancora meno in difesa. Un equlibrio quasi perfetto con le avversarie della San Martino mai realmente in partita. Il riassunto del primo quarto è tutto racchiuso nel punteggio di 29-10 con cui si conclude il parziale. L’ottimo approccio in fase difensiva prosegue anche nel secondo quarto, quando l’intesità cala invece in fase offensiva. Sono solo 9 i punti messi a referto nel secondo parziale, abbastanza per andare all’intervallo lungo con il punteggio di 38-22.

Un match in controtendenza rispetto ai precedenti, confermato anche all’inizio del terzo parziale. Se nelle partite precedenti il ritorno in campo aveva significato un leggero calo, questa volta l’Allianz Geas Basket comincia subito a macinare nuovamente punti. Si concede qualcosa in più in fase difensiva, ma sotto canestro la media torna quella del primo parziale. Ritmo alto che le rossonere riescono a mantenere anche nell’ultimo quarto, chiudendo la gara sul 76-51.

«Abbiamo avuto lo stesso inizio gara positivo visto a Lucca: siamo partite con grande determinazione, abbiamo poi perso un po’ di intensità nel secondo quarto, ma il calo è stato fisiologico – ha commentato il coach delle rossonere Cinzia Zanotti -. Dobbiamo lavorare per cercare di mantenere sempre più alto il ritmo, il livello e la qualità di gioco. San Martino a un certo punto ha alzato la difesa e noi abbiamo avuto qualche difficoltà dovuta forse anche a un leggero calo di attenzione, che non possiamo permetterci. Sono soddisfatta: sono state due partite non facili, ma siamo riuscite a vincerle. Il bilancio sulle prime tre gare di campionato è positivo. Ci sta aver perso in casa con Venezia alla prima uscita stagionale: avremmo potuto provare a vincere ma non è mai facile con questi top-team; le altre due partite erano più alla nostra portata. Adesso dobbiamo iniziare a pensare già ai prossimi incontri».

Sono due, infine, gli aspetti da sottolineare di questo match. Su tutti, la spettacolare prova di Gwathmey autrice di 19 punti, seguita da Oroszova (16), Graves (12) e capitan Arturi (10). Il secondo aspetto è l’età media con cui il Geas ha chiuso il match: in campo, contemporaneamente, erano presenti Merisio (classe 2003), Pellegrini (2002) e Ronchi (2003). Il futuro rossonero è già qui.