Covid, a Sesto e Cinisello il Rotary Club accorre in aiuto della didattica a distanza

Ragazza segue la lezione da casa durante il lockdown

Anche se le scuole, almeno fino alla prima media, non hanno chiuso durante questo lockdown ‘soft’, tantissimi piccoli alunni si sono ritrovati da un giorno all’altro in quarantena a causa della positività di un compagno di classe o di un familiare. La didattica a distanza, quindi, è ancora una questione da risolvere in moltissime scuole. La maggior parte delle classi non era attrezzata adeguatamente per supportare gli alunni a casa, che saltavano giorni e giorni di lezione pur essendo in salute. Una situazione che crea dei grossi ‘buchi’ nell’apprendimento dei ragazzi. A Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo è accorso in aiuto il Rotary Club, con il ‘progetto dad’.

Un progetto per migliorare la didattica a distanza nelle scuole primarie e secondarie, proposto dal ‘Rotary Club Cinisello Sesto San Giovanni’ e su cui il settore Servizi Socio-Educativo del Comune di Sesto San Giovanni offrirà il supporto necessario. L’obiettivo del ‘progetto dad‘ è quello di integrare la dotazione di webcam nelle scuole che sono carenti per offrire agli alunni assenti la possibilità di seguire la lezione da casa come se fossero a scuola. Il progetto è svolto in collaborazione coi dirigenti scolastici degli istituti cittadini.

«Nelle scorse settimane – spiega l’assessore all’Educazione, Roberta Pizzochera – abbiamo avuto un incontro sia coi dirigenti scolastici che coi rappresentanti del Rotary Club per coordinarci sulla buona riuscita di questo importante progetto. Si tratta di un progetto intercomunale con Cinisello Balsamo e con l’assessore all’Istruzione Fumagalli. Grazie alle webcam gli alunni positivi al covid o in quarantena fiduciaria potranno seguire da casa le lezioni evitando di rimanere indietro con il programma scolastico. Il progetto potrà essere esteso anche oltre la fine della pandemia per dare un supporto valido a chiunque rimarrà a casa da scuola perché malato».

Le webcam sono in grado di riprendere non solo l’insegnante ma anche la lavagna e di creare un filmato che può essere trasmesso via internet, così che gli studenti assenti possano seguire la lezione al meglio e in tempo reale.

Il Rotary Club, che opera sul territorio da 30 anni, ha ritenuto opportuno realizzare un progetto nell’ambito del sostegno all’educazione, visto il particolare periodo di pandemia che stiamo vivendo e che sta avendo pesanti ripercussioni sull’educazione scolastica dei bambini e dei ragazzi, dotando le aule di attrezzature informatiche idonee a realizzare la didattica a distanza.