Milano, le sanzioni dei Carabinieri per la violazione delle norme anti Covid

Carabinieri di Milano Carabinieri di Milano

Nella notte del 1 maggio, a Milano, nell’ambito di mirati servizi di controllo sul rispetto delle normative nazionali sul contenimento della pandemia da covid-19, i Carabinieri sono intervenuti in corso Lodi. Infatti, erano stati segnalati al 112 degli schiamazzi all’interno di un’abitazione. Sul posto, i militari hanno accertato la presenza di 6 ragazzi, studenti universitari fuori sede, di età compresa tra i 20 ed i 29 anni. I ragazzi erano radunati in un appartamento preso in locazione da uno dei partecipanti, per trascorrere la serata assieme. I presenti, sono stati sanzionati.

Sempre nella notte del 1 maggio, a San Donato Milanese, i militari sono intervenuti in via Alfonsine, dove era stato segnalato un assembramento. Sul posto, i militari hanno identificato 15 persone, tutti giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni che sono stati sanzionati per violazione del ‘coprifuoco’. Nella circostanza, è stato anche denunciato in stato di libertà per ‘oltraggio a pubblico ufficiale’ e sanzionato per mancato uso dei dispositivi di protezione individuale un 23enne italiano. Il giovane, invitato ad indossare la mascherina e rispettare le prescrizioni anticovid, ha rivolto agli operanti frasi offensive.

Nelle nottate dell’1 e 2 Maggio, a Milano, in viale Marche, viale Certosa e viale Regina Margherita, i militari hanno sanzionato per la violazione delle normative di contenimento della pandemia da covid-19 e denunciato in stato di libertà per guida sotto l’influenza dell’alcool, tre automobilisti. A guidatori era stato accertato il tasso alcolemico superiore a quanto consentito.