Paderno, il Comune lancia l’app e la Carta Famiglia: «Due nuovi servizi per una città più vivibile e solidale»

comune paderno Comune di Paderno Dugnano

Il Comune di Paderno Dugnano ha avviato due nuovi servizi pensati per sostenere la ripartenza delle famiglie, del commercio e dei professionisti. Due progetti concepiti inizialmente con finalità distinte, ma che hanno trovato nella stessa tecnologia lo strumento per rendere più facile l’accesso, raggiungere una platea ancora più ampia di utenti e ‘connettere’ in modo virtuoso le misure di sostegno e supporto.   

«Negli scorsi mesi – spiegano dal Comune -, era stato lanciato l’invito a negozianti e professionisti a registrarsi su APPaderno, adesso la neonata app comunale è pronta a fare conoscere la rete del commercio e dei servizi nella nostra città direttamente sullo smartphone o qualsiasi altro dispositivo. E tramite APPaderno sarà possibile chiedere e ricevere la Carta Famiglia, la tessera rilasciata dal Comune che permetterà a tutti i nuclei padernesi con figli minori di avere agevolazioni dedicate su servizi e acquisti.»

Grazie alla nuova app comunale, che può essere scaricata da tutti gli store, sarà possibile in pochi click avere tutte le informazioni utili per fare acquisti sotto casa, scegliere la tipologia merceologica e sapere quali esercenti fanno anche le consegne a domicilio. «Il lancio di APPaderno è per noi un punto di partenza soprattutto in questo periodo in cui stiamo ancora gestendo e affrontando l’emergenza pandemica. Nasce in un’ottica di servizio verso i cittadini e come strumento per le attività commerciali e i professionisti che così avranno a disposizione una vetrina virtuale: sarà un ‘luogo’ di dialogo con i clienti abituali e quelli potenziali – spiega Paolo Mapelli, Assessore al Commercio e alle Attività Produttive –. Si tratta di un’app molto semplice per chi la deve utilizzare e sicuramente intuitiva per coglierne tutte le funzioni. E’ uno strumento dinamico perché i commercianti già presenti potranno modificare e implementare i servizi che vorranno offrire e chi vorrà registrarsi per la prima volta lo potrà fare in qualsiasi momento e in autonomia. Già un buon numero di attività commerciali hanno iniziato a popolare l’app e altre ci auguriamo lo faranno arricchendo la mappa di APPaderno. Al cittadino basterà scaricarla sul proprio telefono e trovare ciò che gli serve. Ci tengo anche a sottolineare che APPaderno è stata concepita con l’intento di avvicinare le persone e favorire l’incontro: attraverso l’app è possibile sapere dove si trova un esercizio commerciale, cosa è possibile comprare, gli orari e i giorni di apertura, tutte informazioni utili per poi andare o chiamare in negozio e quindi instaurare un contatto diretto. Perché, mi piace ribadirlo, nessuna tecnologia potrà mai sostituire il servizio di prossimità che la nostra rete di commercianti riesce a garantire, con grandi sacrifici e difficoltà, alla nostra comunità».

«Abbiamo deciso di istituire la Carta Famiglia per sostenere le famiglie con figli minori nelle proprie esigenze di spesa in beni ed in servizi – spiega Michela Scorta, Assessore ai Servizi Sociali  – ed abbiamo scelto lo strumento dell’APPaderno. Varie tipologie di negozi e servizi hanno infatti già aderito all’iniziativa della Carta e ci auguriamo che altri si iscrivano, al fine di ampliare sempre di più il ventaglio delle opportunità, sicuramente, per le famiglie ma, siamo convinti, anche per gli operatori economici che così potranno utilizzare tale strumento per rendersi più visibili alle famiglie. La Carta è al tempo stesso una speciale tessera pensata come una misura di sostegno che la comunità mette a disposizione della comunità in una reciproca relazione costruttiva. Per questo abbiamo pensato a due tipologie di Carte: una ‘base’ e una ‘più’ per i nuclei numerosi che hanno quindi maggiori esigenze di servizi ed acquisti e a loro i commercianti e i professionisti potranno scegliere se dedicare particolari agevolazioni.  Perché avvalersi dell’APPaderno? È presto detto: scaricando l’APPaderno i genitori potranno portare la Carta Famiglia sempre con sé mentre fanno acquisti in città spendendo meno in centro e senza il disagio di spostarsi, magari godendosi una passeggiata in centro. Le stesse modalità sono state previste anche per la Carta Oro (anche essa su APPaderno) la quale aggiornata, resta dedicata agli over 60. Per la Carta Oro oltre alla modalità mediante l’APPaderno resta valida la possibilità di riceverla rivolgendosi all’URP in Municipio».

Il Comune verificherà i dati che gli utenti comunicheranno nella richiesta direttamene attraverso l’app e rilascerà le carte digitalmente in modo che i titolari le possano esibire direttamente sui propri smartphone se non vogliono stamparle. «Carta Famiglia e Carta Oro – aggiunge Scorta – sono iniziative completamente gratuite che coniugano la convenienza alla socialità per una città sempre più a misura di famiglia, le nostre famiglie».