L’Ospedale di Sesto sarà uno degli hub per i vaccini anti-covid

Pronto soccorso dell'ospedale di Sesto San Giovanni

L’Ospedale di Sesto San Giovanni sarà uno degli hub per i vaccini anti-covid. A darne notizia è stato il sindaco Roberto Di Stefano.

«Un’ottima notizia per il nostro territorio – ha dichiarato il primo cittadino sestese -. L’Ospedale di Sesto San Giovanni sarà l’hub di riferimento per tutto il Nordmilano per le vaccinazioni anti-covid. Nella nostra città, lo scorso 22 febbraio, si era registrato il primo caso covid del Nordmilano e il fatto che si parta da Sesto per le prime vaccinazioni rappresenta la chiusura del cerchio nella lotta a questo maledetto virus».

Di Stefano ha anche spiegato come verrà organizzato l’hub: «È già stato organizzato un laboratorio per la produzione delle dosi e il successivo trattamento dei pazienti, i frigoriferi sono pronti e ora si attende nei prossimi giorni l’invio dei primi vaccini. Una squadra di cinque medici e diversi infermieri avrà il compito di eseguire le prime vaccinazioni. La prima fase durerà circa tre settimane e coinvolgerà tutto il personale sanitario di tutte le strutture del Nordmilano. Nella seconda fase, che durerà oltre un mese, verranno raggiunti i pazienti e gli operatori delle rsa presenti sul territorio direttamente nelle proprie strutture. Infine, la terza fase riguarderà la campagna vaccinale di massa, con precedenza per gli anziani».

Infine la spiegazione per i cittadini del Nordmilano: «Per quanto riguarda le prenotazioni durante la campagna di massa verranno date più avanti comunicazioni dettagliate. Ringrazio Regione Lombardia, il dottor Davide Zenoni, direttore del settore Farmacia di Asst Nord Milano che coordinerà il programma vaccinale, la dottoressa Elisabetta Fabbrini, direttore generale Asst Nord Milano, la dottoressa Barbara Mangiacavalli, direttore socio-sanitario Asst Nord Milano, tutti i medici, gli infermieri e il personale sanitario che metteranno a disposizione le proprie preziose competenze per il bene della collettività.Dopo la grande collaborazione tra istituzioni e ospedali durante l’emergenza sanitaria, è pronto per aprirsi un nuovo decisivo capitolo nella battaglia al covid. Noi ci siamo».