Covid, al via in Lombardia lo screening di studenti e docenti delle superiori

L’emergenza covid e la paura per la terza ondata ha fatto sì che in Lombardia, contrariamente a quanto previsto dal Governo, il ritorno tra i banchi in presenza per gli studenti delle superiori non avverrà prima del 25 gennaio.

Didattica a distanza al 100% confermata infatti fino a domenica 24 gennaio, in attesa di valutare i dati sulla pandemia che arriveranno nelle prossime settimane. Le uniche attività permesse da qui al 25 gennaio sono l’uso di laboratori o quelle iniziative messe in atto per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Nel frattempo, però, il presidente della Regione Attilio Fontana ha annunciato un’importante novità: «In Lombardia partirà a breve una sperimentazione importante e mirata basata sullo screening di studenti e docenti delle scuole secondarie di secondo grado per verificare concretamente l’incidenza del virus in questo ambito».